IL QUESITO:

  • 04
  • Dic

Che cos'è il patto di famiglia

Il patto di famiglia è un contratto introdotto nel 2016 nel nostro codice civile con il quale, in deroga al divieto dei patti successori, un soggetto titolare di un'impresa, o che detiene alcune quote sociali, trasferisce (in tutto o in parte) l'azienda o le quote societarie a uno o più dei propri figli o nipoti. Il patto di famiglia, pertanto, è una peculiare fattispecie negoziale con cui l’imprenditore “anticipa” la propria successione per quanto riguarda il trasferimento della proprietà dell’azienda ai figli o ai nipoti. La forma del contratto è un atto pubblico che viene stipulato dall’imprenditore e dai figli beneficiari (detti anche “assegnatari”). SEGUE


  • 07
  • Gen

GIURISPRUDENZA:

Cassazione: Lo studio dell'italiano e lo svolgimento di un lavoro in Italia non bastano a impedire il rientro in patria


  • 12
  • Dic

GIURISPRUDENZA:

Cassazione: Riscaldamento centralizzato, confermato il diritto al distacco dell'appartamento


  • 10
  • Dic

GIURISPRUDENZA:

Cassazione: Responsabilità medica, ipotesi di nullità delle indagini del CTU


BLOG:

  • 22
  • Feb

Il significato di “lavoro” nelle diverse lingue, di Fabrizio Santi

Nel libro “La teoria del tutto raccontata da te”, Igor Sibaldi parla di “logopenìa” in riferimento ad alcune lingue che ne soffrono, lingue che non riescono ad arrestare la diminuzione del loro vocabolario attivo, ossia del numero di vocaboli utilizzati dalla maggioranza di coloro che la parlano. L’autore afferma inoltre che l’italiano è in condizioni gravi dato che il vocabolario attivo degli italiani di media cultura non supera i settemila vocaboli, contro uno di trentamila degli inglesi.


  • 20
  • Feb

CURIOSITÀ:

Successioni testamentarie: che cos'è il prelegato


  • 28
  • Gen

CURIOSITÀ:

Che cos'è lo spread


  • 28
  • Gen

CURIOSITÀ:

Chi era il "dictator"





Studio Legale Associato | P.IVA 03554410138

Privacy Policy