IL QUESITO:

  • 04
  • Dic

Che cos'è il patto di famiglia

Il patto di famiglia è un contratto introdotto nel 2016 nel nostro codice civile con il quale, in deroga al divieto dei patti successori, un soggetto titolare di un'impresa, o che detiene alcune quote sociali, trasferisce (in tutto o in parte) l'azienda o le quote societarie a uno o più dei propri figli o nipoti. Il patto di famiglia, pertanto, è una peculiare fattispecie negoziale con cui l’imprenditore “anticipa” la propria successione per quanto riguarda il trasferimento della proprietà dell’azienda ai figli o ai nipoti. La forma del contratto è un atto pubblico che viene stipulato dall’imprenditore e dai figli beneficiari (detti anche “assegnatari”). SEGUE


  • 12
  • Dic

GIURISPRUDENZA:

Cassazione: Riscaldamento centralizzato, confermato il diritto al distacco dell'appartamento


  • 10
  • Dic

GIURISPRUDENZA:

Cassazione: Responsabilità medica, ipotesi di nullità delle indagini del CTU


  • 10
  • Dic

GIURISPRUDENZA:

Cassazione: Sul ricorso iscritto al ruolo di volontaria giurisdizione del quale il Giudice dispone l'iscrizione a ruolo ordinario


BLOG:

  • 11
  • Dic

Quei registi alla ricerca della verità, di Fabrizio Fogliato

Pier Paolo Pasolini la sera del 12 dicembre 1969 è a casa di Michelangelo Antonioni con Alberto Moravia; riceve la notizia della strage e nella notte tra il 12 e il 13 scrive Patmos, un’orazione civile che trasuda indignazione e turbamento la cui struttura compositiva segue il principio dell’alternanza di tre voci: quella di S. Giovanni che scrive l’Apocalisse proprio nell’isola greca del titolo, quella dello stesso Pasolini e quella della cronaca dei fatti di Piazza Fontana. Il risultato è una piccola biografia incendiaria che rifiuta la notizia che trasforma le vite umane in numeri.


  • 12
  • Dic

CURIOSITÀ:

Piazza Fontana e Pasolini 50 anni dopo: "Cos'è questo golpe? Io so"


  • 04
  • Dic

CURIOSITÀ:

Cinema, musica, arte e letteratura: gli autodidatti più famosi della storia


  • 04
  • Dic

CURIOSITÀ:

Che cos'è l' "effetto Veblen": la condotta delle classi agiate e gli "status symbol"





Studio Legale Associato | P.IVA 03554410138

Privacy Policy