LE CURIOSITA'

Questa sezione del sito è dedicata ad ogni genere di curiosità, da intendersi nell'accezione più ampia ed eclettica del termine: fatti di cronaca, aneddoti, proposte, suggerimenti, leggi e sentenze che meritano di essere segnalate per la peculiarità della materia o dell'aproccio interpretativo adottato dal legislatore e dai giudici. Se avete qualche curiosità da segnalarci, potete farlo inviandola per e.mail al seguente indirizzo: avv.dostuni@studiodostuni.it . Grazie

  • 11
  • Dic

Tecnica parlamentare: che cos'é il "canguro"

Il "canguro" è una tecnica parlamentare che serve a neutralizzare l'ostruzionismo delle opposizioni. Il "canguro" consente di votare gli emendamenti accorpando quelli simili con quelli di contenuto analogo. In tal modo, se viene bocciato il primo emendamento, anche tutti gli altri risultano decaduti. SEGUE


  • 23
  • Nov

Che cos'è l' "effetto di dimostrazione" secondo James Duesenberry

Secondo l'economista James Duesenberry, tra i ceti meno abbienti ci sono soggetti che, per spirito di emulazione, tendono ad acquistare beni di prestigio al fine di "dimostrare" di poter attingere livelli di consumo simili a quelli delle classi superiori. Questo comportamento si pone in contrasto con la "legge della domanda" secondo cui "la domanda di un bene è in funzione inversa del prezzo". SEGUE


  • 26
  • Ott

La nuova legge elettorale: che cos'è il "Rosatellum"

La nuova legge elettorale prevede un sistema misto (proporzionale e maggioritario) nel quale 1/3 di deputati e senatori è eletto con il sistema maggioritario in collegi uninominali (un solo seggio per collegio, quindi un solo candidato per ciascuna coalizione: il più votato all'interno del collegio si aggiudica il seggio anche se vince con un solo voto in più: è il principio anglosassone del “first past the post” ) e i restanti 2/3 sono eletti con un sistema proporzionale di lista. Ecco cosa prevede in dettaglio la nuova legge elettorale. Segue


  • 25
  • Ott

Sistemi elettorali: che cos'è il sistema proporzionale

Sistema proporzionale: questo sistema elettorale si fonda sulla creazione di collegi elettorali “plurinominali” nei quali, cioè, vengono assegnati più seggi che saranno attribuiti ai partiti in proporzione ai voti ottenuti. A differenza del maggioritario, pertanto, ogni forza politica concorre alle elezioni con una lista che si compone di più candidati il cui numero corrisponde al numero dei seggi assegnati al collegio. Segue


  • 25
  • Ott

Sistemi elettorali: che cos'è il sistema maggioritario

Sistema maggioritario: si fonda sulla creazione di collegi c.d. “uninominali” nei quali, cioè, le forze politiche si contendono un solo seggio. Ciò obbliga tutti partiti a non “correre” da soli ma a creare delle coalizioni che finiscono per dare vita ad un sistema bipolare (centro-destra e centro-sinistra). Segue


  • 19
  • Ott

Che cos'è la pigofilia

Il termine "pigofilia" deriva da pigos (natiche) e philia (amore). In modo scherzoso, si definisce pigofilo chiunque sia solito ammirare il sedere di una persona. In questo caso, viene citata per associazione la figura di Venere Callipigia (che significa, "dalle belle natiche"): la statua ritrae Afrodite  nell'atto di sollevare il suo peplo per scoprire i fianchi e le natiche e volgere lo sguardo dietro le spalle per osservarli.


  • 19
  • Ott

Le origini della frase "offrire lacrime e sangue"

Questa frase fu pronunciata da Winston Churchill il 13 maggio 1940, tre giorni dopo il suo insediamento che avvenne poco dopo l'entrata in guerra dell'Inghilterra (Seconda Guerra Mondiale). La frase originale ("I have nothing to offer but blood, toil, tears, and sweat", cioè, "Non ho altro da offrire che sangue, sacrifici, lacrime e sudore") è stata sempre ridotta a un'endiadi. Promettere lacrime e sangue significa preparare il popolo, o chi è chiamato a svolgere un compito improbo, a dover sopportare una lunga fase di sacrifici. 


  • 19
  • Ott

Perchè si dice "Ci sarà un giudice a Berlino"

L'espressione "Ci sarà pure un giudice a Berlino" oppure "Esiste, dunque, un giudice a Berlino" è stata mutuata da un'opera di Bertold Brecht nella quale si narra la storia di un mugnaio che lotta tenacemente contro l' imperatore per vedere riparato un abuso. SEGUE


  • 20
  • Giu

Perchè si dice "finire in braghe di tela"

Questa espressione deriva dalla punizione che a Padova veniva inflitta ai creditori falliti i quali venivano spogliati dei loro vestiti e, una volta rimasti solo con braghe e camicia, dovevano picchiare le terga quattro volte sulla "Pietra del vituperio" proferendo contemporaneamente per quattro volte la frase "cedo i miei beni". Successivamente veniva inflitto loro l'ostracismo e venivano condannati all'esilio. 


  • 20
  • Giu

Che cosa significa "porto delle nebbie"

Si tratta del titolo italiano di un celebre romanzo di Georges Simenon. Durante gli anni Ottanta, la stampa utilizzò tale espressione per identificare la procura di Roma che si era resa protagonista di alcune vicende giudiziarie poco traparenti alcune delle quali furono oggetto di archiviazione. La contiguità con il potere, secondo alcuni giornalisti, condusse la magistratura romana ad eseguire clamorosi insabbiamenti. Da qui, l'espressione "porto delle nebbie".