LE CURIOSITA'

Questa sezione del sito è dedicata ad ogni genere di curiosità, da intendersi nell'accezione più ampia ed eclettica del termine: fatti di cronaca, aneddoti, proposte, suggerimenti, leggi e sentenze che meritano di essere segnalate per la peculiarità della materia o dell'aproccio interpretativo adottato dal legislatore e dai giudici. Se avete qualche curiosità da segnalarci, potete farlo inviandola per e.mail al seguente indirizzo: avv.dostuni@studiodostuni.it . Grazie

  • 27
  • Mar

Che cos'é la sindrome di Stendhal

La sindrome di Stendhal comprende varie manifestazioni di scompensi psichici acuti e improvvisi, come attacchi di panico, crisi di nervi, pianto, svenimenti, ansie somatizzate, disturbi percettivi. Segue

 

 


  • 26
  • Feb

Che cos'é il "Green Book"

Il Green Book era una guida che, negli anni di maggiore diffusione del razzismo negli Stati Uniti, illustrava i luoghi nei quali la gente di colore poteva fermarsi per mangiare, bere o riposarsi, senza il rischio di essere esposti alle vessazioni e alla violenza gratuita dei bianchi. Pubblicata nel 1936, questa guidale stradale indicante bar, ristoranti e alberghi, é circolata negli Usa fino al 1966.   


  • 13
  • Dic

Che cosa sono le formiche "kamikaze"

Secondo la rivista scientifica "New Scientist", alcuni scienziati avrebbero scoperto in Borneo una particolare tipologia di formiche (chiamate Camponotus cylindricus) che, in caso di minaccia da parte di un predatore alla loro colonia, si fanno esplodere al fine di consentire al proprio gruppo di salvarsi. SEGUE


  • 11
  • Dic

Piero Gobetti: il fascismo "autobiografia della nazione"

Per Piero Gobetti il fascismo non fu un accidente nella storia del nostro paese: il fascismo è "l'autobiografia della nazione", qualcosa di ineluttabile che scorre nel sangue degli italiani. Ogni riflessione su Gobetti si conclude con la sensazione che il fascismo non sia mai superato ma sia stato semplicemente rimosso dal paese. Anche il populismo di oggi deriva dal fascimo di ieri. SEGUE


  • 11
  • Dic

Come é nato il debito pubblico degli Stati

Il debito pubblico, inteso come insieme dei prestiti concessi dai soggetti privati allo Stato, è nato con l'avvento dello Stato parlamentare. Fino a quel momento, i prestiti venivano chiesti personalmente dai sovrani ai grandi banchieri i quali, attratti dal miraggio di un generoso rimborso, li accordavano per finanziare le spedizioni militari. SEGUE


  • 11
  • Dic

Un decalogo per la scuola

L’anno scorso Maurizo Lazzarini, preside del Liceo scientifico Fermi di Bologna, si era rivolto ai genitori dettando loro, in modo ironico e provocatorio, un decalogo per sollevare il problema del rapporto sempre più conflittuale con le famiglie. SEGUE


  • 10
  • Dic

10.12.1948 - 10.12.2018: LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI

Il 10 dicembre 1948 l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Oggi quel testo compie 70 anni. Alla luce delle recenti vicende, quelle parole sono un monito alle gravi inademopienze dell'Occidente.  


  • 14
  • Nov

Che cos'è il logrolling

Con il termine "logrolling", usato per la prima volta negli Usa nel 1959, si intende quello scambio di favori, all'interno del parlamento, tra gruppi di interessi che si impegnano a sostenere le reciproche ragioni. In commissione o in aula, questi gruppi sono soliti stipulare delle intese con le quali, al momento del voto, ciascuna parte si obbliga ad appoggiare le ragioni dell'altra. 


  • 17
  • Ott

Chi é il c.d. "avvocato stabilito"

"La direttiva sul diritto di stabilimento (Direttiva 98/5/CE recepita in Italia con il D. Lgs. 2 febbraio 2001 n. 96) consente agli avvocati “comunitari” la possibilità di svolgere stabilmente l’attività forense in ogni Stato europeo con il proprio titolo professionale di origine. Segue


  • 11
  • Ott

Che cosa si intende per "haircut"

Nella crisi del debito sovrano per "haircut" si intende il "taglio" al valore di un titolo rispetto a quello nominale. Il termine si riferisce ai creditori privati e indica la perdita che una banca o un investitore dovrebbe accusare su un credito nel caso si arrivasse alla ristrutturazione del debito di un Paese. Per la Grecia si è finora parlato di un haircut del 21% ma gli analisti sono sempre più convinti che la percentuale arriverà al 50-60%. Fonte, Il Sole 24 Ore, La Parola Chiave