DIRITTO - Giurisprudenza

  • 14
  • Apr

Cassazione: Obbligo di astensione per l'avvocato che ha difeso entrambi i coniugi che riprendono a litigano

Commette illecito disciplinare l’avvocato che, dopo avere assistito congiuntamente i coniugi, presti la propria assistenza soltanto ad uno dei due in una lite successiva. (Corte di Cassazione, sentenza n. 8057/2014) 

  • 14
  • Apr

Cassazione: E' reato la coltivazione in casa di piante da cui si estraggono sostanze stupefacenti

Costituisce reato qualunque attività non autorizzata di coltivazione di piante da cui è possibile estrarre sostanze stupefacenti anche se finalizzata ad un uso personale del prodotto della coltivazione. (Corte di Cassazione, sentenza n. 16019/14) 

  • 08
  • Mar

Cassazione: La sussistenza del danno biologico non comporta in automatico un pregiudizio della capacità lavorativa specifica

Per la riduzione della capacità di produrre reddito non è sufficiente la mera esistenza di un danno biologico, seppur di rilevante entità. E' necessaria una constatazione concreta e precisa della perdita della capacità lavorativa specifica idonea a consentire una valutazione su base prognostica del danno patrimoniale futuro fondandola anche su presunzioni semplici. (Corte di Cassazione, sentenza n. 5249/14) 

  • 22
  • Feb

Cassazione: Va risarcito il danno per la perdita di chance se il contratto di lavoro sfuma per un sinistro stradale

A causa di un incidente automobilistico, l'uomo perde la possibilità di lavorare per un'azienda con la quale l'intesa era già stata raggiunta: gli spetta il risarcimento del danno per la perdita di chance (Corte di Cassazione, sentenza n. 4078/14)

  • 22
  • Feb

Cassazione: Condannato per violenza privata lo studente che corteggia in modo ossessivo la propria insegnante

Bloccato dai Carabinieri lo studente che, dopo la "cotta" per l'insegnante, la corteggia in modo ossessivo e persecutorio attraverso messaggini e pedinamenti. (Corte di Cassazione, sentenza n. 8393/14)

  • 12
  • Dic

Cassazione: Opposizione agli atti esecutivi nel caso di contestazione sulla esatta determinazione della somma dovuta

In sede di conversione di pignoramenteo, contro l’ordinanza di determinazione della somma dovuta, può essere promossa l'opposizione agli atti esecutivi con la quale possono essere eccepite sia contestazioni concernenti l’inosservanza formale dei criteri di determinazione, sia contestazioni aventi ad oggetto l’esatto ammontare del credito azionato.  (Corte di Cassazione, sentenza n. 27542/13) 

  • 12
  • Dic

Cassazione: Un animale sulla strada costituisce un evento imprevedibile, quindi niente risarcimento

Non spetta alcun risarcimento all'automobilista che che incorra in un sinistro stradale a causa della presenza improvvisa di una volpe sulla carreggiata. La mancanza di precedenti nel tratto di strada in questione induce a ritenere l'evento del tutto "imprevedibile". (Corte di Cassazione, ordinanza n. 27801/13)

  • 11
  • Dic

Cassazione: La garanzia dell'appaltatore ha per oggetto qualunque vizio (intonaco compreso) idoneo a ridurre il valore del bene

La garanzia dell'appaltatore prevista dall'art. 1669 c.c. ha per oggetto qualunque vizio che attesti la lacunosa esecuzione dell’opera e che sia tale da ridurre il valore del bene o da limitarne il godimento. (Corte di Cassazione, sentenza n. 27433/13) 

  • 10
  • Dic

Cassazione: Non c'è retribuzione se gli impianti dell'azienda sono sotto sequestro

Il sequesttro degli impianti si configura come un'ipotesi di oggettiva impossibilità sopravvenuta a ricevere la prestazione per cui il lavoratore non può pretendere di offrire la propria prestazione e quindi di avere la retribuzione. (Corte di Cassazione, sentenza n. 26953/13) 

  • 10
  • Dic

Cassazione: Falso ideologico del medico sostituto che firma il ricettario del titolare

Commette il reato di "falso ideologico commesso dal pubblico ufficiale in atti pubblici", ai sensi dell'art. 479 c.p., il medico che, in sostituzione del titolare convenzionato Asl, utilizza il ricettario di quest'ultimo apponendo una sigla illeggibile e il timbro del titolare, dando vita a prescrizioni mediche sulla base di visite non effettuate dal medico sostituito. (Corte di Cassazione, sentenza n. 48803/13)