DIRITTO - Giurisprudenza

  • 21
  • Lug

Cassazione: La costituzione mediante "velina" non rende improcedibile l'opposizione

Non è improcedibile l'opposizione a decreto ingiuntivo se la costituzione è avvenuta mediante deposito di copia dell'atto (c.d. velina) a patto che successivamente avvenga il deposito dell'originale con la costituzione di controparte. (Corte di Cassazione, sentenza n. 15130) 

  • 20
  • Lug

Cassazione: La singola condanna per cessione di stupefacenti non implica automaticamente l'espulsione dello straniero dallo Stato

Spetta al giudice di merito valutare la sussistenza della pericolosità sociale del reo. Ai fini della misura di sicurezza da adottare, occorre una valutazione che tenga conto dei principi previsti dall’art. 133 c.p. e del bilanciamento tra l’interesse generale alla sicurezza sociale e l’interesse del singolo a non essere perseguitato all’estero o a compromettere il rispetto alla vita familiare. (Corte di Cassazione, sentenza n. 30493/15) 

  • 14
  • Lug

Cassazione: La sottrazione di beni sequestrati o pignorati rientra nelle ipotesi di reato ex art. 388 c.p.p.

La sottrazione di cose sequestrate o pignorate rientra nelle ipotesi di reato ex art. 388 c.p.p. e, secondo la Suprema Corte, sussiste ogni volta si ponga in essere un’azione diretta ad eludere il vincolo, cioè a rendere impossibile o difficile la realizzazione delle finalità cui la cosa, per effetto dell’imposizione del vincolo stesso, è rivolta (Corte di Cassazione, sentenza n. 32704 del 23 luglio 2014). SEGUE

  • 14
  • Lug

Cassazione: Il rifiuto del presunto padre di sottoporsi alla prova del del DNA costituisce argomento di prova

Nel giudizio promosso per l’accertamento della paternità, il rifiuto di sottoporsi ad indagini ematologiche costituisce un comportamento valutabile da parte del Giudice ex art. 116, comma 2, c.p.c. di valore indiziario tale da potere, anche da solo, consentire la dimostrazione della fondatezza della domanda. (Corte di Cassazione, sentenza n. 13885/15) 

  • 07
  • Lug

Cassazione: Condannata per molestie la donna che chiama la moglie del suo ex amante per svelarle la sua relazione

Commette il reato di molestie telefoniche la donna che, attraverso tre lunghe telegonate, racconta la propria relazione alla moglie del suo ex amante al fine di provocare fastidio nella destinataria. (Corte di Cassazione, sentenza n. 28493/15)

  • 07
  • Lug

Cassazione: Arresti domiciliari alla maestra che offende gli alunni e sequestra le merendine

Grazie ai racconti dei bambini ai genitori e alle videoriprese, provate le accuse nei confronti della maestra che, in numeerose occasioni, ha ripetutamente offeso i minori. Il quadro probatorio esclude l’ipotesi del semplice abuso dei mezzi di correzione o di disciplina (art.571 c.p.): il reato contestato alla maestra è quello di maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli, ex art. 572 c.p. (Corte di Cassazione, sentenza n. 27099/15). 

  • 09
  • Apr

Cassazione: Legittimo il rifiuto di lavorare se il freddo mette in pericolo la salute del lavoratore

A causa del malfunzionamento della caldaia, alcuni dipendenti di un’azienda si astengono dal lavoro imputando l'astensione al freddo esistente nell'ambiente di lavoro. La Corte di Cassazione ha ritenuto illegittima la trattenuta stipendiale in quanto sul datore di lavoro incombe l’obbligo, ex art. 2087 c.c., di adottare tutte le misure necessarie a tutelare l’integrità fisica e le condizioni di salute dei prestatori di lavoro. In caso contrario, questi sono legittimati a non eseguire la prestazione, eccependo l’inadempimento datoriale, mantenendo altresì il diritto alla retribuzione (Cassazione: sentenza n. 6631 dell’1 aprile 2015; ex multis: Corte di Cassazione, sent. n. 10553/13, n. 14375/2012, n. 11664/2006 e n. 9576/2005).

  • 09
  • Apr

Cassazione: Guida con alcool e droga, se l'auto è di terzi, la sospensione della patente è raddoppiata

La Corte di Cassazione, quarta sezione penale, ha affermato che in caso di condanna per il reato ex art. 187 comma 8 c.d.s. la sospensione della patente di guida deve essere raddoppiata stante l’impossibilità di disporre la confisca dei veicolo, pilotato da un soggetto diverso dal proprietario che rifiuti di sottoporsi agli accertamenti sanitari ex art. 187 commi 2, 2bis, 3 e 4. 

  • 31
  • Mar

Cassazione: Scatta la condanna quando, sin dalla stipula del contratto, c'è l'intenzione di non adempiere

Il discrimine tra mero inadempimento di natura civilistica e commissione del reato di cui all’art. 641 c.p. (insolvenza fraudolenta) poggia sull’elemento ispiratore della condotta. Dunque, il comportamento consistente nel tenere il creditore all’oscuro dello stato d’insolvenza in cui si versa al momento di contrarre l’obbligazione ha rilievo quando legato al preordinato proposito di non effettuare la dovuta prestazione, mentre l’inadempimento non preordinato non costituisce tale delitto, ma ricade solo nell’ambito della responsabilità civile. (Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 6847/15; depositata il 17 febbraio)

  • 25
  • Feb

Cassazione: Fallimento del coniuge, il fondo patrimoniale è revocabile

Non è contraria alla Costituzione l'ipotesi della revocatoria fallimentare, ex art. 64 L.F., del negozio costitutivo di fondo patrimoniale nel caso di fallimento di uno dei due coniugi. (Corte di Cassazione, ordinanza n. 3568/15)