DIRITTO - Il Quesito - Furti in treno, ecco come si ottiene il risarcimento

· Pubblicato il: 01/11/2012

Il furto, lo smarrimento o il danneggiamento di un bagaglio in treno è passibile di rimborso solo se è avvenuto su viaggi in Eurostar, Intercity o Alta Velocità e se il bagaglio è stato collocato negli appositi spazi alle estremità delle carrozze (dunque, non negli spazi posti sopra i sedili). Ecco cosa bisogna fare per ottenere il rimborso.

--------------------------

Il furto, lo smarrimento o il danneggiamento di un bagaglio in treno è passibile di rimborso solo se è avvenuto su viaggi in Eurostar, Intercity o Alta Velocità e se il bagaglio è stato collocato negli appositi spazi alle estremità delle carrozze (dunque, non negli spazi posti sopra i sedili). La procedura di rimborso si fonda sui segueni passaggi: 

 

1) occorre segnalare il furto immediatamente o entro le 24 ore al personale in servizio di Trenitalia;

 

2) entro 3 giorni occorre poi sporgere una denuncia alla Polizia Ferroviaria o, in alternativa, all'Autorità Giudiziaria allegando un elenco delle cose rubate o smarrite o danneggiate, indicandone l'esatto valore; 

 

3) occorre presentare, entro 15 gg dal furto, una richiesta di rimborso presso gli uffici della stazione di destinazione o, in alternativa, inviarla mediante raccomandata r.r. utilizzando il seguente indirizzo: TRENITALIA SpA-Divisione Passeggeri-Rapporti Esterni via Giolitti 2, Roma. La richiesta deve essere corredata dell'elenco di cui al punto 2) nonchè del biglietto ritualmente convalidato, in originale o in fotocopia autenticata dall'ufficio ricevente, sempre che il biglietto non sia stato smarrito o rubato insieme al bagaglio; 

 

4) occore, infine, rilevare che è previsto un importo masssimo per il rimborso, pari ad 258,23 euro a collo per i furti avvenuti su treni Eurostar, vagoni letto e cuccette, Intercity su vetture con corridoio centrale. Per gli altri casi, occorre fare riferimento al disposto della Legge n.754-1977 ai sensi del quale sono risarcibili le perdite e avarie di bagagli portati a mano solo in caso di "incidente di esercizio" e fino a un massimo di 258,23 euro.