DIRITTO - Giurisprudenza - Cassazione: Se la malattia è causata dal mobbing dell'azienda, le assenze non incidono sul comporto

· Pubblicato il: 12/06/2013

Il licenziamento è da ritenersi illegittimo in quanto a causa della condotta dell'azienda che ha privato il lavoratore di ogni mansione, lo stesso ha superato il comporto in virtù delle assenze determinate dal mobbing del datore di lavoro. Le assenze imputabili all'azienda non vanno calcolate ai fini del comporto. (Corte di Cassazione, sentenza n. 14643/13)