DIRITTO - Giurisprudenza - Cassazione: Lo studio dell'italiano e lo svolgimento di un lavoro in Italia non bastano a impedire il rientro in patria

· Pubblicato il: 07/01/2020

Respinta definitivamente la richiesta di protezione presentata da un cittadino della Guinea. Per i Giudici la situazione del suo Paese di origine è sì difficile ma non tale da mettere a repentaglio la vita dei cittadini. Irrilevante poi il percorso di integrazione compiuto in Italia dallo straniero. (Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza n. 33875/19; depositata il 19 dicembre)