DIRITTO - Giurisprudenza - Cassazione: L'errore dell'avvocato che non ha impiegato l'ordinaria diligenza esclude la rimessione in termini

· Pubblicato il: 14/02/2018

Se il luogo, la data e l’orario dell’udienza erano correttamente indicati nel verbale dell’udienza precedente, il difensore non può invocare la rimessione in termini per l’erronea informazione ricevuta dalla cancelleria. (Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 6743/18; depositata il 12 febbraio)