BLOG


  • 14
  • Mar

Il grande bluff del calcio italiano: Josè Mourinho, detto Special One, di Antonio Dostuni

Il presente articolo è apparso su La Provincia (quotidiano di Como-Lecco-Sondrio-Varese) lo scorso novembre quando la stampa italiana studiava il fenomeno Mourinho tessendone le lodi. A distanza di quattro mesi, dopo tante sortite polemiche senza senso e dopo l'eliminazione dalla Champions, il clima attorno a Special One è decisamente cambiato. Ecco perchè, fin dal suo esordio, il Mou non ci convinceva.  

  • 13
  • Mar

Sappiamo anche essere un paese virtuoso, di Fabrizio Santi

Siamo soliti piangerci addosso e non sempre siamo inclini ad apprezzare ciò che siamo in positivo. Un esempio? La legge Sirchia, cioè la legge anti-fumo, costituisce una delle leggi più avanzate dell'Occidente. 

  • 12
  • Mar

La casta, di Michele Spagnuolo

I costi della politica: una riflessione sui privilegi dei nostri parlamentari

  • 10
  • Mar

Un popolo di campioni con pochi fuoriclasse, di Antonio Dostuni

Da una magistrale lezione di Marcello Lippi tenuta all'Università e-campus di Novedrate ad una riflessione sulla nostra identità di impenitenti individualisti. Siamo un popolo di campioni abituati a bearsi della propria bravura ma non sappiamo assurgere al rango di veri fuoriclasse che sanno porsi al servizio degli altri.


  • 09
  • Feb

Si stava meglio quando si stava peggio? di Antonio Dostuni

La società italiana è profondamente cambiata. Una riflessione amara e disincantata per capire come siamo cambiati. La recessione sta seminando il panico. Il cittadino ha paura di tornare povero senza accorgersi che da tempo, ormai, siamo diventati più poveri: nell'anima e nello spirito.  

  • 28
  • Gen

Due egemonie: dal marxismo al berlusconismo, di Antonio Dostuni

Il berlusconismo sembra avere esaurito la sua spinta propulsiva. Nato sotto la spinta di una forte esigenza di modernizzazione del paese, oggi si è trasformato in una nuova egemonia culturale che ha soppiantato la vecchia egemonia marxista, spazzata via dalle televisioni del  Cavaliere. 


  • 27
  • Gen

Affinchè il 2009 non sia un anno funesto, di Silvano Redaelli

Un componimento di una scrittrice brasiliana, Martha Medeiros, per una riflessione sul nuovo anno al fine di esorcizzarne i tristi presagi. Solo ritrovando lo spirito positivo si può evitare "la morte a piccole dosi" (per dirla con Ungaretti, "la morte si sconta vivendo"). Una bella passeggiata tra i giardini dell'anima, da leggere gustandone il profondo sapore dell'ottimismo.

  • 27
  • Gen

La Giornata della Memoria

Il 27 gennaio del 1943 le truppe sovietiche facevano ingresso nel campo di Auschwitz e ponevano fine al più grande genocidio della storia. La Shoah deve restare impressa nella memoria collettiva di tutti i popoli perchè rappresenta una delle punte più drammatiche della follia umana.


  • 27
  • Gen

I partiti italiani, inutili anticaglie, di Antonio Dostuni

Destra e sinistra a confronto sul piano della forma-partito. La struttura accentrata e carismatica della destra contro quella similmente accentrata ma oligarchica della sinistra. Due modelli organizzativi congenitamente afflitti da un grave deficit di rappresentatività.


  • 13
  • Gen

Un paese allo stremo, di Antonio Dostuni

La contrapposizione tra destra e sinistra sta sfibrando il nostrro paese. La politica italiana è gravemente malata di ideologia. Servirebbe una Grande Riforma ma nessuno degli attori politici possiede una cultura autenticamente riformista. Le polemiche sulla giustizia rappresentano un esempio eloquente della deriva italiana.