LE CURIOSITA'

Questa sezione del sito è dedicata ad ogni genere di curiosità, da intendersi nell'accezione più ampia ed eclettica del termine: fatti di cronaca, aneddoti, proposte, suggerimenti, leggi e sentenze che meritano di essere segnalate per la peculiarità della materia o dell'aproccio interpretativo adottato dal legislatore e dai giudici. Se avete qualche curiosità da segnalarci, potete farlo inviandola per e.mail al seguente indirizzo: avv.dostuni@studiodostuni.it . Grazie

  • 24
  • Gen

La teoria del "trickle down"

Secondo la teoria del "trickle down" (o teoria della goccia), lo sviluppo economico di un paese non dipende dalle politiche redistributive ma dai vantaggi fiscali elargiti ai ceti più abbienti che, in modo graduale, si traducono in benefici per l'intera collettività. Grazie ai benefici fiscali concessi alle classi più elevate, secondo questa teoria si determinerebbe nel sistema quello che, in italiano, si definisce "effetto sgocciolamento dall'alto verso il basso". 


  • 17
  • Gen

La designazione dell'amministratore di sostegno può avvenire tramite atto notarile

Dal 1° gennaio 2018 risulta operativo il Registro pubblico sussidiario per gli atti di designazione degli amministratori di sostegno (A.D.S.) stipulati dai notai con atto pubblico informatico o scrittura privata autenticata i quali verranno inseriti in un registro digitale dedicato. SEGUE


  • 15
  • Dic

Chi sono i Neet

Con l'espressione NEET (acronimo di "not (engaged) in education, employment or training", si intende identificare un nuovo soggetto sociale che, a causa della crisi economica dell'ultimo decennio, si caratterizza per il rifiuto ad impegnarsi sia nello studio, sia nella ricerca di un lavoro o di un qualsivoglia percorso di formazione. SEGUE


  • 14
  • Dic

Il fenomeno delle "coppie LAT" (Liiving apart together)

Con l'acronimo LAT, che deriva da "Living apart together" (Vivere non insieme) si intende quella tipologia di relazione di coppia nella quale le parti decidono di non avere una residenza comune ma di vivere in abitazioni separate. In Inghilterra, secondo una rilevazione statistica del 2007, le coppie LAT risultavano percentualmente pari alle coppie conviventi. SEGUE


  • 13
  • Dic

La differenza tra Mattarellum e Rosatellum

Rosatellum e Mattarellum hanno in comune il fatto che in entrambi i sistemi elettorali coesistono il maggioritario e il proporzionale, sia pure al contrario: infatti, nel Rosatellum i 2/3 dei seggi saranno assegnati con il sistema proporzionale ed 1/3 con il maggioritario (nel Mattarellum era il contrario): ciò significa che 611 parlamentari su 945 (399 deputati e 212 senatori) saranno eletti attraverso il sistema proporzionale. SEGUE


  • 11
  • Dic

Tecnica parlamentare: che cos'é il "canguro"

Il "canguro" è una tecnica parlamentare che serve a neutralizzare l'ostruzionismo delle opposizioni. Il "canguro" consente di votare gli emendamenti accorpando quelli simili con quelli di contenuto analogo. In tal modo, se viene bocciato il primo emendamento, anche tutti gli altri risultano decaduti. SEGUE


  • 23
  • Nov

Che cos'è l' "effetto di dimostrazione" secondo James Duesenberry

Secondo l'economista James Duesenberry, tra i ceti meno abbienti ci sono soggetti che, per spirito di emulazione, tendono ad acquistare beni di prestigio al fine di "dimostrare" di poter attingere livelli di consumo simili a quelli delle classi superiori. Questo comportamento si pone in contrasto con la "legge della domanda" secondo cui "la domanda di un bene è in funzione inversa del prezzo". SEGUE


  • 26
  • Ott

La nuova legge elettorale: che cos'è il "Rosatellum"

La nuova legge elettorale prevede un sistema misto (proporzionale e maggioritario) nel quale 1/3 di deputati e senatori è eletto con il sistema maggioritario in collegi uninominali (un solo seggio per collegio, quindi un solo candidato per ciascuna coalizione: il più votato all'interno del collegio si aggiudica il seggio anche se vince con un solo voto in più: è il principio anglosassone del “first past the post” ) e i restanti 2/3 sono eletti con un sistema proporzionale di lista. Ecco cosa prevede in dettaglio la nuova legge elettorale. Segue


  • 25
  • Ott

Sistemi elettorali: che cos'è il sistema proporzionale

Sistema proporzionale: questo sistema elettorale si fonda sulla creazione di collegi elettorali “plurinominali” nei quali, cioè, vengono assegnati più seggi che saranno attribuiti ai partiti in proporzione ai voti ottenuti. A differenza del maggioritario, pertanto, ogni forza politica concorre alle elezioni con una lista che si compone di più candidati il cui numero corrisponde al numero dei seggi assegnati al collegio. Segue


  • 25
  • Ott

Sistemi elettorali: che cos'è il sistema maggioritario

Sistema maggioritario: si fonda sulla creazione di collegi c.d. “uninominali” nei quali, cioè, le forze politiche si contendono un solo seggio. Ciò obbliga tutti partiti a non “correre” da soli ma a creare delle coalizioni che finiscono per dare vita ad un sistema bipolare (centro-destra e centro-sinistra). Segue