DIRITTO - Il Quesito

  • 23
  • Ott

Assegni e cambiali insoluti: come avviene la cancellazione del protesto

L’elenco dei soggetti protestati è oggi disponibile all’interno del Registro Informatico dei Protesti Cambiari (o Bollettino Ufficiale dei Protesti) detenuto presso le camere di commercio. La cancellazione del protesto presuppone la dichiarazione liberatoria rilasciata dal beneficiario della somma indicata sul titolo più eventuali spese accessorie. 


  • 01
  • Nov

Furti in treno, ecco come si ottiene il risarcimento

Il furto, lo smarrimento o il danneggiamento di un bagaglio in treno è passibile di rimborso solo se è avvenuto su viaggi in Eurostar, Intercity o Alta Velocità e se il bagaglio è stato collocato negli appositi spazi alle estremità delle carrozze (dunque, non negli spazi posti sopra i sedili). Ecco cosa bisogna fare per ottenere il rimborso.


  • 07
  • Nov

Rottura del fidanzamento, quali sono le conseguenze patrimoniali

Il venir meno del fidanzamento implica la possibilità di chiedere la restituzione dei regali. La richiesta è sottoposta ad un termine di decadenza di un anno dalla rottura del fidanzamento o dalla morte del partner. Non occorre che fosse già stata formalizzata la promessa di matrimonio. 


  • 10
  • Nov

Tutto ciò che serve sapere nel caso di reato di "Guida in stato di ebbrezza" (artt. 186-186 bis, C.d.S.)

Il Codice della Strada prevede sanzioni molto severe in caso di guida in stato di ebbrezza imputabile all'uso di sostanze alcoliche. Ecco quando si può evitare l'arresto chiedendo l'affidamento ai servizi sociali. E' importante sapere che il reato di "Guida in stato di ebbrezza" si configura anche nell'ipotesi in cui l'auto sia ferma in quanto il concetto di circolazione di un veicolo comprende anche la sosta. 


  • 16
  • Nov

Tutto ciò che serve sapere sul reato di "Guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti" (art. 187 C.d.S.)

Il Codice della Strada prevede sanzioni molto severe in caso di guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. La guida in stato di alterazione psico-fisica, determinata dall'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, comporta le seguenti sanzioni: 1) una multa da 1500 a 6000 euro (aumentata da un terzo alla metà quando il reato è commesso dopo le 22 e prima delle ore 7); 2) l'arresto da 6 mesi a 1 anno; 3) la sospensione della patente da 1 a 2 anni. Segue


  • 25
  • Giu

Ecco come si recupera un credito insoluto

Sotto l'incalzare della recessione, aumentano in modo vertiginoso gli insoluti degli operatori, sia privati cittadini che aziende. Il recupero di un credito nei confronti di un privato può avvenire instaurando un giudizio ordinario mediante atto di citazione (salvo le eccezioni che si diranno) mentre nei rapporti tra aziende, tra aziende e professionisti e tra professionisti, la legge prevede un trattamento processuale privilegiato, quello del decreto ingiuntivo. In questa sede illustriamo in modo dettagliato una guida, valida per avvocati e praticanti, per seguire tutti i passaggi che condurranno all'esecuzione forzata. 


  • 07
  • Nov

La nuova mediazione civile e commerciale

Dopo lo stop della Consulta nel 2012 e dopo un tormentato iter parlamentare, il c.d. "decreto del fare" 69/2013 ha reintrodotto l'obbligo della mediazione come strumento ordinario per la risoluzione delle controversie. Ecco quali sono le modifiche fondamentali al D.lgs 28/2010 con il quale è stata introdotto nel nostro ordinamento l'istituto della mediazione.


  • 15
  • Ott

Divorzio: quando occorre notificare la sentenza

Il termine per proporre appello avverso la sentenza di divorzio è di 30 giorni (cosiddetto "termine breve") nell'ipotesi di avvenuta notifica della sentenza; di contro, nel caso di mancata notifica, il termine è di 6 mesi che decorrono dalla pubblicazione della sentenza, cioè dal deposito della stessa presso la cancelleria del Tribunale adito che ha pronunciato la sentenza. SEGUE


  • 05
  • Nov

Omessa mediazione, improcedibilità/estinzione dell'opposizione a decreto ingiuntivo e conseguente passaggio in giudicato del decreto opposto

Secondo il Tribunale di Firenze, nell'opposizione a decreto ingiuntivo, così come per i procedimenti di appello, la locuzione “improcedibilità della domanda giudiziale” deve interpretarsi alla stregua di “improcedibilità/estinzione dell'opposizione” e non come improcedibilità della domanda monitoria consacrata nel provvedimento ingiuntivo.


  • 17
  • Feb

Che cos'è la presupposizione

La presupposizione costituisce un’ipotesi di scioglimento del contratto di creazione dottrinale e giurisprudenziale. In pratica, senza che le parti ne abbiano fatta espressa menzione, una data situazione di fatto (attuale o futura) viene considerata come presupposto determinante ai fini della conclusione del contratto. Per tale motivo, parte della dottrina definisce la presupposizione una "condizione inespressa". Segue


  • 19
  • Feb

Separazione e divorzio davanti al Sindaco

L'art. 12 del d.l. 132/2014, convertito in l.162/2014, ha introdotto la possibilità di separarsi o divorziare davanti al Sindaco del Comune di residenza di una delle parti o del Comune presso cui è iscritto o trascritto l’atto di matrimonio. L'assistenza di un avvocato non è obbligatoria. L'accordo non deve contenere "patti di trasferimento patrimoniale". Tale procedura non è possibile in presenza di figli minori, di figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti. 


  • 03
  • Mar

Legge Fallimentare: che cos'è l'esdebitazione

L’esdebitazione è un beneficio previsto dalla Legge fallimentare che consente all’imprenditore fallito, che sia persona fisica, di liberarsi dai debiti che residuano nei confronti dei creditori non soddisfatti dopo la chiusura del fallimento. Possono beneficiare dell’esdebitazione gli imprenditori individuali, ma anche i soci illimitatamente responsabili di una società dichiarata fallita (nel caso di società di persone: snc, sas, società semplice). 


  • 16
  • Apr

Vendita con riserva della proprietà: quando il venditore può tornare in possesso del bene venduto

La vendita con riserva della proprietà (detta anche "vendita con patto di riservato dominio") prevede che "il compratore acquista la proprietà della cosa col pagamento dell'ultima rata del prezzo ma assume i rischi dal momento della consegna" (art. 1523 c.c..). Si tratta, pertanto, di contratti nei quali la corresponsione del corrispettivo non avviene contestualmente alla stipulazione del contratto ma successivamente, mediante un piano di rateazione. Segue


  • 07
  • Lug

Successioni "mortis causa": quando opera la rappresentazione

Nelle successioni a causa di morte, se il chiamato non può (ad esempio, per premorienza) o non vuole accettare (per rinuncia) l'eredità o il legato, è previsto a favore dei suoi discendenti l'istituto della rappresentazione che potranno accettare in luogo del chiamato. Tale istituto opera solo nel caso in cui il chimato sia un figlio, un fratello o una sorella del de cuius. Segue


  • 14
  • Lug

Successioni a causa di morte: i casi di indegnità a succedere

L'indegnità a succedere si fonda su una nozione etica: non è ammissibile che possa succedere un soggetto che si è reso colpevole di atti gravi nei confronti del de cuius. Si tratta, quindi, di una causa di esclusione dalla successione. Le cause di indegnità sono tipiche, cioè, sono tassativamente previste dal codice civile.


  • 20
  • Lug

Viaggio in aereo: quando è risarcibile il danno morale

Nel caso di smarrimento o ritardo nella consegna del bagaglio per colpa del vettore, la Convenzione di Montreal (del 1999) prevede un risarcimento massimo di mille euro che copre sia il danno patrimoniale che il danno morale. Se l'utente non si ritiene soddisfatto, è tenuto ad agire in giudizio nel proprio paese. In Italia, per valutare la sussistenza del danno morale occorre fare riferimento all'art. 2059 c.c. SEGUE


  • 08
  • Set

In cosa consiste la responsabilità solidale tra committente e vettore

Dopo il ricorso al TAR del Lazio e la conseguente bocciatura della Corte di Giustizia Europea, con la Legge di Stabilità del 2015 il Governo ha cancellato i costi minimi di servizio e abolito la scheda di trasporto, assieme ad altre misure che interessano le spedizioni e i trasportatori, come l'introduzione di una nuova disciplina della sub-vettura e della responsabilità solidale fra vettore e committente. 


  • 17
  • Set

Titolo insoluto e non protestato: atto di precetto o decreto ingiuntivo?

Una cambiale o un assegno, pur sprovvisti del protesto, consentono di procedere con la notifica dell'atto di precetto senza la necessità di promuovere preventivamente la procedura monitoria (richiesta di emissione di un decreto ingiuntivo). Sia per l'assegno che per la cambiale, il protesto è necessario per procedere in via esecutiva contro gli obbligati di regresso; di contro, non risulta necessario per procedere nei confronti dell'obbligato principale (traente dell’assegno, trattario della cambiale tratta e emittente del pagherò cambiario).


  • 22
  • Dic

Famiglia di fatto: quali sono i diritti dei conviventi

Il nostro ordinamento giuridico non prevede alcuna tutela nei confronti dei coniugi conviventi. La convivenza "more uxorio" riesce, talora, a fare breccia nella giurisprudenza ma, a parte la piena equiparazione tra figli naturali e figli legittimi, siamo ancora lontani da una vera tutela giuridica della famiglia di fatto. Ecco, in sintesi, la differenza tra coniugi e conviventi.


  • 03
  • Feb

Il contratto di locazione privo di registrazione è valido?

Risulta alquanto diffusa l'ipotesi della mancata registrazione dei contratti di locazione ignari del fatto che esso sia radicalmente affetto da un vizio di nullità insanabile per contrarietà con quanto previsto dall'art. 1, co. 346, della legge 311/2004 (legge finanziaria 2005) che sanziona con la nullità la stipula di contratti di locazione, anche se stipulati in forma scritta, ma non oggetto di tempestiva registrazione. Segue


  • 25
  • Feb

Che cos'è il "concordato in bianco" (o "con riserva")

Il concordato c.d. "in bianco" o "con riserva" o, "con prenotazione", consente all’imprenditore di godere immediatamente degli effetti derivanti dall’apertura della procedura concordataria. Si tratta di una procedura che prende avvio con una domanda incompleta, sia del piano che della proposta. Per quanto concerne la documentazione, l'art. 161 comma 6 L.F. prevede l'obbligo di corredare la domanda dei bilanci degli ultimi tre esercizi e dell’elenco nominativo dei creditori con l’indicazione dei rispettivi crediti. Segue


  • 23
  • Mar

La differenza tra tutore e amministratore di sostegno

Secondo l'art. 410 c.c. incombe sull'amministratore di sostegno l'obbligo di tener conto dei bisogni e delle aspirazioni del beneficiario, nonchè di informarlo tempestivamente sugli gli atti da compiere. In questo senso, mentre nell'interdizione assistiamo ad una mera sostituzione dell'interdetto con la figura del tutore, nell’amministrazione di sostegno opera una attività di continua collaborazione tra beneficiario e amministratore di sostegno chiamato a interagire con il primo. Segue


  • 19
  • Apr

Morte dell'ex coniuge; quali sono i diritti dell'ex coniuge superstite

Nell'ipotesi di morte dell'ex coniuge che, dopo il divorzio, non abbia contratto un nuovo matrimonio, la pensione di reversibilità spetta all’ex coniuge, a patto che quest’ultimo percepisca un assegno divorzile. Qualora, invece, vi sia un coniuge superstite, spetta all’ex coniuge, se titolare dell’assegno divorzile, una quota della pensione di reversibilità (e del 40% del Tfr, vedi*) sulla base della durata del rapporto coniugale e di altre circostanze. (Segue)


  • 18
  • Lug

Hanno valore legale le pronunce dei giudici delle trasmissioni televisive?

Prima di apparire in tv, le parti si sono già accordate di deferire la soluzione della loro controversia ad un soggetto che non riveste la qualifica di magistrato in servizio il quale non è obbligato ad uniformarsi ai dettami del codice di procedura civile. Cioè, hanno già sottoscritto un contratto contenente una clasuola compromissoria che li obbliga a dare esecuzione alla pronuncia dell'arbitro che si chiama "lodo". Il cidice prevede (824-bis cppc) che, dalla data della sua ultima sottoscrizione, il lodo ha gli effetti della sentenza pronunciata dall'autorita' giudiziaria. Segue


  • 14
  • Mar

Le linee fondamentali in tema di responsabilità sanitaria

Il 28 Febbraio 2017 la Camera ha approvato in via definitiva il Disegno di Legge n. 259-262-1312-1324-1581-1769-1902-2155-B in tema di responsabilità sanitaria. Ecco, in sintesi, le norme fondamentali che disciplinano la materia. Tra le novità più importanti, in tema di riscontro diagnostico, il diritto dei familiari del deceduto di concordare con il direttore sanitario l'esecuzione del riscontro diagnostico, sia nel caso di decesso ospedaliero che in altro luogo, con la presenza di un medico di loro fiducia.