DIRITTO - Giurisprudenza - Cassazione: Illegittimità del licenziamento per superamento del comporto per recidiva della malattia imputabile al datore di lavoro

· Pubblicato il: 29/06/2017

In tema di licenziamento per superamento del periodo di comporto, le assenze del lavoratore per malattia non giustificano il recesso del datore di lavoro ove l'infermità dipenda dalla nocività delle mansioni o dell'ambiente di lavoro che lo stesso datore di lavoro abbia omesso di prevenire o eliminare, in violazione dell'obbligo di sicurezza di cui all’art. 2087 c.c.